Dopo la sconfitta nello scontro diretto con San Donà, che ha chiuso il girone di andata, l’Argentario VolLei non può più sbagliare. Domani alle 20,45 sul campo di un’altra squadra pericolante come il Bedizzole andrà in cerca di punti che valgono doppio e soprattutto di un successo che manca ormai alle ragazze di Moretti dal 17 novembre, giorno in cui si disputò il derby con l’Ata Trento. Bedizzole occupa attualmente la penultima posizione in classifica davanti alla stessa Ata, ancora ferma a zero. Otto sono i punti raccolti fino a qui dalla compagine bresciana. Due invece sono le ex Argentario a cui prestare massima attenzione: la palleggiatrice Ulrike Bridi, trentina classe 1998, e Gloria Lisandri, opposto classe 1994.
In casa Argentario il clima è disteso, ma la concentrazione e la voglia di riscatto sono palpabili. In queste due settimane la squadra si è allenata duramente ed è pronta a scendere in campo per portare a casa una vittoria fondamentale. Le ragazze stanno bene e pochi sono i dubbi di formazione. È probabile che l’allenatore schieri Bonafini in regia, Perez opposto, Pucnik e Tellaroli in banda, Barbazeni e Rizzo al centro, Dorigatti libero. Non è da escludere l’impiego sin dall’inizio della centrale Sfreddo.
All’andata la formazione trentina piegò le bresciane al PalaBocchi con un convincente 3-1. Quello di sabato sarà però un match completamente diverso e il clima che attende Bonafini e compagne si preannuncia infuocato.
Dopo le ultime sconfitte c’è bisogno di tornare alla vittoria e la prossima partita è l’occasione giusta. «In questi giorni – spiega l’allenatore Maurizio Moretti – ci siamo allenati con una buona intensità. Sarà fondamentale che ogni giocatrice giochi la concentrazione giusta, perché sarà una partita molto diversa rispetto all’andata. Non solo, questa sarà la prima di una serie di sfide decisive ed è necessario farsi trovare pronti».
Giocata la partita con Bedizzole sarà infatti la volta di Udine.