Difficile trasferta ci si aspettava e difficile trasferta è stata: 3-0 (26-24, 25-20, 25-12) è il punteggio finale con il quale l’Argentario esce sconfitto dal PalaGallini con la Pav Udine, che ha dimostrato qualità e gioco superiori.
Le friulane raggiungono in classifica Bonafini e compagne, ma quest’ultime che hanno dimostrato buone cose (71% in ricezione e 9 punti a muro) nonostante la sconfitta. Momento chiave è risultato essere il secondo set, quando le friulane, dietro di cinque punti a metà parziale, sono state in grado di recuperare e ribaltare la frazione.
Smaltita la sconfitta, per Bonafini e compagne da domani sarà già ora di rimettersi al lavoro per prepararsi al meglio al derby trentino con l’Agrilagaria Volano Volley.

La cronaca

Per la seconda partita stagionale, la prima in trasferta, Maurizio Moretti schiera il sestetto tipo con Bonafini in regia, Perez opposto, Pucnik e Tellaroli in banda, Barbazeni e Rizzo al centro, Dorigatti libero.
Dall’altro lato le friulane rispondono con capitan Lugli e Giacomel schiacciatrici, Pastorello al centro, Pesce al palleggio, Gallo libero, Gogna e Mignano a completare il sestetto.
L’avvio di partita è equilibrato (8-6), le trentine che non perdono mai la scia delle avversarie (16-13). Con soli tre punti di divario fra le due formazioni, il set si trascina verso il finale (21-18), ma premia le padroni di casa capaci di chiudere caparbiamente la frazione con il punteggio di 26-24.
Parte bene invece il secondo periodo per le ospiti, che si portano subito avanti (5-8). Prosegue ancora meglio fino a quando il vantaggio dell’Argentario raggiunge proporzioni importanti: più cinque (11-15). È questo il momento chiave della partita, perché le friulane recuperano le forze e risalgono punto dopo punto fino al momentaneo più uno (21-20). Nel finale Bonafini e compagne non mettono a terra alcun pallone e la squadra di capitan Lugli chiude sul 25-20.
Il terzo periodo parte con il piede sbagliato e la squadra ospite si trova subito sotto (8-3). Mister Moretti opta per la scossa e schiera Andreon, Paoli, Ragni e Malesardi. La musica però non cambia e le friulane allungano fino al più dieci (16-6). Nel finale l’Argentario riesce a mettere a segno sei punti fino al definitivo 25-12.
Il tabellino finale evidenzia come, nonostante la sconfitta, Bonafini e compagne abbiano mostrato buone cose. Superiore in battuta (5 punti contro 4), in ricezione (71% contro 59%), a muro (9 punti contro 4), l’Argentario ha dovuto cedere soprattutto in attacco (28% contro 42%).
Tra le fila trentine in doppia cifra troviamo Sabina Perez (11 punti) e Katerina Pucnik (10 punti). In quelle friulane Lara Lugli (13 punti) e Erica Giacomel (10 punti).

Le dichiarazioni

Nonostante la sconfitta, in campo si sono viste buone cose e i margini di crescita sono notevoli. «Siamo stati in partita – spiega l’allenatore Maurizio Moretti – per i primi due set, durante i quali abbiamo mostrano un buon gioco attaccando con diverse giocatrici. Nel terzo periodo abbiamo faticato e la partenza bruciante delle avversarie non ha aiutato. Possiamo sicuramente trarre preziose considerazioni da questa sconfitta, che ci risulteranno utili in futuro, magari già a partire dal derby di sabato prossimo».
L’Argentario tornerà in campo infatti sabato 27 ottobre alle 17.30 al PalaBocchi per il derby trentino con l’Agrilagaria Volano Volley, reduce da due sconfitte consecutive con Giorgione e Talmassons.