Come domenica scorsa contro Talmassons, all’Argentario VolLei non basta una grande prima metà di gara di alto livello per strappare punti nella partita contro la capolista Vicenza. Con il punteggio di 3-1 (25-27, 25-20, 15-25, 14-25) le ragazze guidate da Mariella Cavallaro hanno piegato le trentine, protagoniste però di due ottimi primi set.
L’Argentario VolLei rimane così fermo a quota nove punti nella pancia della classifica. Vicenza si conferma al primo posto, a più uno su Talmassons, che ha battuto 3-0 in trasferta l’Imoco Volley S. Dona. Smaltita la sconfitta, per le ragazze di mister Maurizio Moretti da lunedì sarà già ora di rimettersi al lavoro per preparare la sfida di domenica 16 dicembre con la Duetti Giorgione a Castelfranco Veneto.

La cronaca

Per la partita con Vicenza valida per la nona giornata di campionato, Maurizio Moretti sorprende e schiera dall’inizio Serena Sfreddo al centro con Barbazeni, Bonafini in regia, Perez opposto, Pucnik e Tellaroli in banda, Dorigatti libero. Dall’altro lato del campo Mariella Cavallaro sceglie l’ex Ata Bortoli al palleggio, Filippin e Assirelli centrali, De Toffoli e De Stefani schiacciatrici, Rossini opposto, D’Ambros libero.
I primi scambi sono di assaggio e l’avvio è equilibrato (6-6). In pochi minuti però Vicenza preme sull’acceleratore e allunga sino al più sette (8-15). È in questo momento che l’Argentario si desta e punto dopo punto agguanta uno strepitoso pareggio (20-20). L’esperienza delle avversarie però permette loro di mantenere la calma e portare a casa il primo parziale con il punteggio di 25-27 dopo un fallo di Pucnik.
La seconda frazione è ancora nel segno di Vicenza, con le ragazze di Mariella Cavallaro che partono bene e piazzano sei punti di vantaggio (5-11). È questo il momento più bello della partita, perché Bonafini e compagne mettono a terra tutti i palloni e agguantano nuovamente il pareggio (13-13). È ora un grande Argentario, che allunga di quattro (22-18) e chiude con la schiacciata di Rizzo, nel frattempo subentrata a Sfreddo, sul 25-20.
Sull’1-1 la terza frazione si apre con un punto a punto nuovamente entusiasmante (6-8). In poco tempo Vicenza però allunga (9-18) e l’Argentario fatica a ritrovare la stessa lucidità della prima parte di gara. Il primo tempo out di Sfreddo sancisce il 15-25.
L’ultimo set è fin da subito di marca vicentina (0-4). Il time out chiamato da mister Maurizio Moretti non scuote la squadra e le avversarie scappano via (9-18). Il finale è per Vicenza normale amministrazione (11-22) e l’attacco di Rossini decreta il definitivo 14-25.
Questi i dati principali del tabellino. Battuta (7 punti contro 12), ricezione (73% contro 58%), attacco (31% contro 37%) e muro (7 punti contro 9).
In casa Argentario top scorer Arianna Rizzo (12 punti), dietro di lei troviamo Katerina Pucnik (11 punti). Tra le fila avversarie sono da segnalare le prestazioni di Jasmine Rossini (16 punti) e De Toffoli e Filippin (entrambe 12 punti).

Le dichiarazioni

Come domenica scorsa non è bastata una grande prima metà di gara per strappare punti preziosi contro Vicenza. «Siamo stati bravi – spiega l’allenatore Maurizio Moretti – a sfruttare le opportunità che le avversarie ci hanno concesso. Nel terzo e nel quarto set abbiamo pagato la bassa realizzazione in attacco e contro squadre di questo calibro si paga».
Abbiamo visto un’ottima Serena Sfreddo scesa in campo titolare e autrice di due ottimi primi parziali «Serena ha fatto bene – prosegue l’allenatore – anche contro Talmassons. È una ragazza giovane e di prospettiva. Queste sono per lei le prime partite in B1 e sta dimostrando il proprio valore».
Il prossimo appuntamento è previsto per domenica 16 dicembre a Castelfranco Veneto con la Duetti Giorgione, partita dopo la quale ci sarà la pausa di Natale.