Arriva con Verona la terza sconfitta stagionale, la seconda in trasferta. Con il punteggio di 3-0 (25-15, 25-23, 25-18) l’Argentario viene battuto al Palarobbi dall’Arena Volley, formazione che ha dimostrato le ottime qualità della propria rosa. Dopo aver perso le prime tre partite di campionato, le venete ottengono la prima vittoria stagionale e agganciano in classifica proprio le trentine a quota tre punti. Momento chiave della partita è stato il secondo set, quando l’Argentario ha dovuto cedere solo nel finale a un passo dalla vittoria del periodo.
Nonostante il 3-0, le ragazze guidate da mister Maurizio Moretti possono però tornare a casa con la consapevolezza di avere le qualità per giocare una pallavolo veloce e divertente. Smaltita la sconfitta, per Bonafini e compagne da lunedì sarà già ora di rimettersi al lavoro per preparare la sfida di sabato 10 novembre con la Carinatese.

La cronaca

Davanti ai fischietti Libralesso e Cardoville, mister Maurizio Moretti sceglie e schiera il sestetto tipo con Bonafini in regia, Perez opposto, Pucnik e Tellaroli in banda, Barbazeni e Rizzo al centro, Dorigatti libero. Dall’altro lato del campo Greca Pillitu risponde con Brutti, Sgarbossa, Lucchetti, Mazzi, Scupola, Bissoli e Moschini.
L’avvio di partita è equilibrato (7-8), ma l’Argentario regge solo fino alla metà della frazione quando le avversarie scappano via (16-12). Le trentine incassano il colpo e faticano a mettere a terra i palloni decisivi. Verona chiude così agevolmente il set con il punteggio di 25-15.
Il secondo parziale è il più combattuto. La partita è molto bella, gli scambi sono veloci ma nessuna della squadre allunga sull’altra (8-7). È un punto a punto entusiasmante (16-15) con l’Argentario che con grinta e qualità mette in difficoltà la ricezione di Verona (20-20, 23-23). Nel finale però le ragazze guidate Greca Pillitu sono brave ad allungare con i due punti sufficienti a chiudere il set sul 25-23.
Il terzo e ultimo periodo inizia ancora nel segno veronese (10-6). Con il passare dei minuti l’inerzia non cambia e le venete tengono a debita distanza Bonafini e compagne che però non si disuniscono (15-12, 19-16). Nel finale a Bonafini e compagne non riesce la rimonta e con un grande ace l’Arena Volley sigla il definitivo 25-18.
Il tabellino finale mostra quanto le veronesi abbiano meritato la vittoria dimostrandosi superiori in tutti i fondamentali. In battuta (7 punti contro 6), in ricezione (64% contro 58%), in attacco (45% contro 31%). Pari i punti a muro (4).
Top scorer Katerina Pucnik (9 punti) e Sabina Perez (8 punti). In casa Arena Volley sono da sottolineare le prestazioni di Debora Lucchetti e Alessia Mazzi (14 punti).

Le dichiarazioni

Non tutte le sconfitte vengono per nuocere. «Va dato merito – spiega l’allenatore Maurizio Moretti – alle avversarie che hanno giocato un’ottima partita. Il rendimento dei singoli non è stato all’altezza, ma la prestazione della squadra fa ben sperare per il prosieguo del campionato. La testa va già alla prossima partita con l’obiettivo di fare punti e muovere la classifica».
Una trasferta difficile, ma l’Argentario ha comunque mostrato il carattere giusto. «Penso – spiega l’opposto Sabina Perez – che la squadra sia scesa in campo con grinta e che abbia dato il massimo. Abbiamo affrontato delle avversarie molto valide, che hanno meritato la vittoria. Per quanto mi riguarda so che devo ancora migliorare e continuare ad allenarmi per crescere giorno dopo giorno».
L’Argentario tornerà in campo sabato 10 novembre con la Carinatese alle 17.30 al PalaBocchi.