Dopo la difficile gara con l’Ospitaletto un’altra gara proibitiva attende l’Argentario. Sarà infatti Talmassons, attuale prima forza del campionato, l’avversario che Bonafini e compagne affronteranno domani alle 17,30 al PalaBocchi.
La formazione friulana guidata da coach Guidetti guida la classifica con 51 punti e in diciannove gare ha trionfato ben diciotto volte. L’unica formazione capace di piegare la friulane è stata proprio Ospitaletto, che alla quarta giornata del girone di andata riuscì a imporsi 3-2 tra le mura amiche. Si tratta di un team costruito per vincere il campionato e l’intera rosa è di altissimo livello. Le giocatrici di punta sono diverse, ma attenzione particolare verrà data a Daniela Nardini, centrale, e a Gilda Lombardo, banda.
L’Argentario è invece reduce dalla sconfitta con Ospitaletto e, complice la vittoria di Bedizzole con la Walliance ATA, ha ora soli due punti di vantaggio sulla zona retrocessione. Da segnalare è l’assenza di Pucnik, che nell’allenamento di giovedì ha subito una lussazione al mignolo della mano destra. Non è ancora certo chi tra le giovani leve dell’Argentario prenderà il suo posto. Al netto dell’assenza della schiacciatrice è probabile che l’allenatore schieri il sestetto tipo con Bonafini in regia, Perez opposto, Tellaroli in banda, Barbazeni e Rizzo al centro, Dorigatti libero.
I precedenti sono tutti favorevoli a Talmassons: all’andata le friulane piegarono le trentine 3-1, mentre la scorsa stagione finì 3-1 all’andata e 3-0 al ritorno.
Una partita difficile, che potrà dare segnali più o meno positivi in vista di partite più accessibili. «L’incontro – spiega l’allenatore Maurizio Moretti – sarà per noi una sfida. Uno stimolo per migliorarci ancora in vista di scontri più abbordabili, nei quali cercheremo di conquistare i punti che ci mancano per la salvezza. Sarà quindi importante offrire una buona prestazione per entrare in fiducia in vista del delicato finale di stagione».