Un match che vale un’intera stagione. Sarà questa la posta messa in palio dall’ultima partita della stagione in programma sabato 4 maggio alle 20,30 al PalaBocchi contro San Donà. Con un solo punto di vantaggio sulla penultima posizione, attualmente occupata dalla Carinatese, Bonafini e compagne si giocano il tutto per tutto.
Con i tre punti le trentine sarebbero certe della matematica salvezza. Questa, a sua volta, potrebbe arrivare anche in mancanza dei tre punti, ma condannerebbe l’Argentario a dipendere dal risultato di altre partite.
San Donà occupa la quartultima posizione a più due dalle trentine e le venete sono consapevoli che anche per loro si tratta di una partita decisiva. Si tratta di una formazione giovane, che però può contare su alcune individualità di sicuro avvenire: è il caso di Anna Pelloia, palleggiatrice, Emma Cagnin, schiacciatrice, e Giorgia Frosini, opposto. Tutte classe 2002.
Le trentine sono reduci dalle due fondamentali vittorie consecutive contro Giorgione prima, e Pisogne poi, che hanno permesso loro di conquistare i punti necessari per giocarsi la salvezza sino all’ultimo respiro. Le ragazze stanno bene ed è probabile che l’allenatore Maurizio Moretti confermi il sestetto tipo che così bene ha fatto nelle ultime due giornate: Bonafini in regia, Pucnik e Rizzo in banda, Perez opposto, Brugnara e Barbazeni al centro, Dorigatti libero. La partita di andata terminò con un netto 3-1 per le venete, che si imposero con autorità nonostante i 23 punti di Pucnik.
Quella di sabato sarà una partita da dentro o fuori. Grazie ai punti ottenuti nelle ultime gare, l’Argentario può ora giocarsi la salvezza senza dipendere dal risultato delle altre partite. «È il match decisivo, perché – spiega l’allenatore Maurizio Moretti – vincere vorrebbe dire rimanere in B1. Siamo determinati a conquistarla, ma siamo altrettanto consapevoli della pericolosità delle avversarie. Dovremo essere bravi soprattutto a difendere e a murare bene. Sarebbe fondamentale coronare questa ultima parte di campionato con la permanenza in B1, obiettivo societario molto importante».